Coronavirus, matrimoni rinviati: flash mob delle spose a Roma.
Condividi:

Fonte: tg24.sky.it

Un flash mob davanti alla Fontana di Trevi. Così le spose hanno scelto di manifestare la loro contrarietà alle rigide norme anti-coronavirus previste per i matrimoni.

Le cerimonie sono di nuovo ammesse dalla metà di giugno, ma con importanti limitazioni

Pochi invitati, niente buffet, mascherine. Secondo lo spose, queste regole rendono problematica la festa.

Il flashmob delle nubili è stato organizzato dall’Airb (Associazione italiana regalo, bomboniera, wedding e confetti).

Una decina di spose vestite di bianco, alcune con un ombrellino per ripararsi dal sole, si sono riunite davanti alla Fontana di Trevi, con la marcia nuziale in sottofondo.

“Ridateci la libertà di festeggiare”, lo slogan delle spose che chiedono al governo di non far morire il settore che organizza le cerimonie e le feste nuziali.

Secondo l’associazione, circa il 90% delle cerimonie sono state rinviate al 2021.

Il settore ha registrato un calo da 219mila matrimoni celebrati nel 2019 ai circa 8mila di quest’anno. 

“Circa 500mila operatori del settore, e di conseguenza le loro famiglie, rischiano la disoccupazione”, afferma l’associazione .

L’associazione chiede “il credito di imposta per gli affitti commerciali e un fondo perduto, visto che soprattutto il comparto della bomboniera ha un fatturato completamente azzerato”.

A saltare, quest’anno, già 70mila matrimoni. Anche il comparto della fioricultura ha subito perdite per oltre 200mila euro.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

X